Evidenziato

  • "I vescovi croati con i loro fedeli Le siano più che mai vicini"

    Santo Padre,
    Mancano pochi giorni alla fine del Suo pontificato, dopo la storica rinuncia che Ella ha fissata per il 28 febbraio 2013. Le scrivo questa lettera nel nome della Conferenza Episcopale Croata, mentre Ella fa con la Curia gli esercizi spirituali. Quando una settimana fa, l’11 febbraio Ella ha comunicato ai signori cardinali nel concistoro di aver deciso di rinunciare al ministero petrino, che il Signore L'ha affidato il 19 aprile 2005, noi vescovi in Croazia abbiamo letto ed ascoltato questa notizia quasi del tutto increduli. Nonostante che il Suo messagio ci ha commosso tutti, alla fine, dopo aver letto la Sua 'Declaratio', abbiamo accettato e così trasmesso ai nostri fedeli che è proprio l'amore profondo che Vostra Santità ha per Dio e per la Chiesa che L’ha spinta a questa decisione di grande importanza per la vita ecclesiale.
    Ci conforta sentire il rumore di simpatia tra la gente per questo Suo atto coraggioso. Esso rivela la purezza d’animo, la fede robusta ed esigente, la forza dell'umiltà e della mitezza, assieme ad un grande coraggio, che hanno contraddistinto ogni passo del Suo pontificato luminoso. Siamo grati alla Provvidenza Divina di aver potuto seguire il Suo insegnamento durante gli otto anni del suo ricco pontificato. Siamo grati in modo speciale per il modo come Ella ha svolto il ministero pietrino: Con grande dignità, visione e coraggio. Poi, nel Suo insegnamento e nei Suoi scritti Ella ha saputo affrontare con mente teologica, creativa e notevole, le grandi sfide e questioni del mondo odierno.
    Nel momento in cui la notizia ci colpisce, ci sentiamo stupefatti e poi ammirati. Per questo La Sua decisione, Santità, la consideriamo come un atto di coraggio personale e di umiltà. Grazie, Santo Padre di questo bel esempio.
    Vogliamo esprimerLe dal più intimo del nostro cuore, con grande affetto, commozione e ammirazione il nostro ‘Grazie’. Quando otto anni fa i signori cardinali L’hanno scelto per il ministero pietrino, Ella si è presentato dalla Loggia di San Pietro come ‘umile lavoratore della vigna del Signore’. Siamo tanto grati per averci dato il luminoso esempio di semplice e umile lavoratore nella vigna del Signore. In modo speciale siamo grati perchè in questa vigna ha saputo in ogni momento realizzare ciò che è più importante: portare Dio agli uomini e portare gli uomini a Dio. Le promettiamo, Santità, le nostre umili preghiere.  Come i suoi cari collaboratori nella Chiesa che e in Croazia, permetta, Santo Padre, che Le dica: I vescovi croati con i loro fedeli Le siano più che mai vicini.
    Implorando la Sua benedizione apostolica per i vescovi, sacerdoti, diaconi, religiose e religiosi, seminaristi e fedeli laici che sono in Croazia, come pure in altri paesi del mondo, Le auguro, Santitá, buon inizio del santo tempo di Quaresima,

    Mons. Želimir Puljić, Arcivescovo di Zadar
    Presidente della Conferenza Episcopale Croata 
    Zagreb, 18 febbraio 2013

    Objavljeno: 21.02.2013.  
    Indietro